Contratto con l'utenza

PATTO DI ACCOGLIENZA

Tra la Residenza per Anziani A.P.S.P. Fondazione la Roggia, di seguito, per brevità, Residenza,in persona della Direttrice Dott.ssa Paola Clary e la Signora, nata a il, Codice Fiscale, di seguito, per brevità, Residente

si stipula il seguente contratto:

 

ART. 1

OGGETTO

1. La Residenza per Anziani garantisce al residente, a partire dal 01.02.2010, prestazioni di tipoalberghiero, socio-assistenziali e sanitarie, nonché prestazioni culturali e di tempo libero a frontedel pagamento della tariffa annualmente quantificata dal Consiglio di Amministrazione.

2. La Residenza per Anziani si impegna a mantenere tale sistemazione come definitiva; in caso diesigenze organizzative ovvero connesse al comportamento dei residenti o al quadro clinico è facoltà della direzione provvedere d’ufficio, dandone comunque motivazione al residente ed ai relativi familiari, al trasferimento di stanza.

 

ART. 2

DURATA

1. La permanenza nella Residenza per Anziani dura fino al verificarsi di una delle seguenti circostanze:

a) trasferimento su richiesta del residente e/o della direzione presso una struttura residenziale più confacente alle esigenze del residente stesso;

b) vedi articolo 5 della Carta dei Servizi;

c) mancato pagamento di 3 mensilità tariffarie dovute dall’ospite e/o dai nuclei familiari tenuti alla compartecipazione ai sensi delle disposizioni di cui al D.P.G.P. n. 30/2000 e successive modifiche ed integrazioni;

d) dimissioni da parte del Residente o da parte della direzione della Residenza.

 

ART. 3

QUANTIFICAZIONE DELLA TARIFFA E MODALITA’ DI PAGAMENTO

1. Il Residente, salvo modifica della propria situazione economico-patrimoniale, è tenuto, ai sensi dell’art. (33) del Regolamento per la gestione dei servizi residenziali per l’assistenza agli anziani, a versare mensilmente - entro 10 giorni dal ricevimento della fattura su c/c di Tesoreria n. 503 della Cassa di Risparmio di Bolzano, la tariffa nell’ammontare stabilito annualmente dal Consiglio di Amministrazione ai sensi della vigente normativa provinciale.

2. L’ammontare della tariffa viene comunicato annualmente al residente entro il mese di gennaio.

3. All’atto della firma del presente contratto, il residente - in caso di sua insolvenza/indigenza totale o parziale - allega l’impegnativa di pagamento sottoscritta dai soggetti obbligati dalla normativa provinciale vigente ovvero dall’art. 41, D.P.G.P. n. 30/2000 che, a sua volta, rinvia agli artt. 10 e 11).

4. In forza del sopra citato D.P.G.P., gli obbligati alla compartecipazione tariffaria ovvero il residente e i relativi nuclei familiari ristretto e/o collegati possono richiedere un’agevolazione tariffaria presentando domanda presso i distretti sociosanitari che, in base alla situazione economica e patrimoniale dei richiedenti, quantificano l’importo tariffario a carico di ciascuno.

5. Al fine del calcolo della tariffa mensile la giornata di ingresso viene considerata come presenza effettiva mentre la giornata di dimissione come assenza. L’obbligo alla corresponsione della tariffa giornaliera esiste anche nei casi di assenza temporanea del residente per un massimo di 7 – sette - giorni. Per i periodi di assenza superiore, dall’ottavo giorno in poi, la tariffa giornaliera viene ridotta del 50% sia per gli ospiti che per i relativi nuclei familiari, per un periodo massimo di 40 - quaranta - giorni all’anno anche se non continuativi.

 

ART. 4

SERVIZI OFFERTI

La casa garantisce i seguenti servizi:

 

1. SERVIZI RESIDENZIALI

1.1 Servizio di vitto: il vitto consiste in colazione, pranzo, merenda, cena.

Il menù giornaliero, approvato dal Servizio Nutrizionale dell’Azienda Sanitaria di Bolzano rispondente a tutti i requisiti dietetici, clinici e nutrizionali viene reso noto a tutti i residenti mediante affissione in apposito spazio. Diete particolari dovranno essere prescritte dal medico e/o dalla dietista.

1.2 Servizio bar a pagamento: la struttura è dotata di un impianto di distribuzione automatica di bevande calde che possono essere acquistate da residenti, parenti e familiari.

1.3 Servizio di lavanderia: ogni residente ha diritto ad un regolare servizio di lavanderia per la biancheria piana che viene cambiata secondo le modalità stabilite dalla struttura (asciugamani, lenzuola, federe, coperte, trapunte, bavaglie, ecc. messa a disposizioni dalla struttura).

Vengono lavati anche gli indumenti personali di proprietà del residente ad esclusione di quelliper cui necessita un lavaggio particolare (capi delicati: p.es. seta, pura lana, pellami, pellicce, ecc.) e che non possono quindi essere lavati da una lavanderia industriale. Ad ogni residente viene assegnato un numero di riconoscimento, applicato da parte deifamiliari o di altro incaricato, per tutti i propri indumenti; la casa non assume alcuna responsabilità per i danni o la perdita dei capi privi del numero di riconoscimento.

1.4 Servizio di pulizia: il servizio di pulizia della stanza e del rifacimento del letto è garantito quotidianamente da personale qualificato;

1.5 Servizio religioso: il servizio è garantito dalla Curia della Diocesi di Bolzano – Bressanone e prevede una Santa Messa settimanale sia in lingua italiana che tedesca, nonché momenti di preghiera collettiva e colloqui individuali. Su richiesta di uno o più residente è possibile la presenza di rappresentanti di culto di altre confessioni.

2. SERVIZI SANITARI E SOCIOASSISTENZIALI.

2.1 Servizio di animazione: la vita di relazione è organizzata da personale qualificato dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 17:00; l’animazione organizza il tempo libero del residente con attività strutturate ricreative, socializzanti e stimolanti nel rispetto della cultura, lingua e tradizione nonché desideri dei residenti stessi.

Lo staff di animazione predispone un programma al quale viene data massima divulgazione che consta come minimo di eventi particolari quali feste, concerti, rappresentazioni teatrali almeno una volta al mese nonché di attività individuali e di gruppo giornaliere strutturate.

2.2 Servizio socio-assistenziale di base: il servizio di assistenza di base viene garantito nel rispetto degli standard di personale previsti dalla vigente normativa provinciale.

Il Residente ha diritto ad un’assistenza di base rispondente ai suoi reali bisogni ed al principio della stimolazione delle capacità residue.

A ciascun residente è assegnato per il periodo di inserimento un operatore addetto all’assistenza diretta che funge da punto di riferimento per qualsiasi bisogno (tutor).

Per i familiari il punto di riferimento è la responsabile del piano dove abita il residente. La valutazione dei bisogni e la programmazione delle prestazioni da erogare viene effettuata sulla base di criteri scientifici da parte dell’équipe multidisciplinare che è così formata: responsabile tecnico assistenziale, responsabile di piano, tutor, animatore, medico, fisioterapista, infermiere e, in alcuni casi, dal logopedista. Nei casi stabiliti dall’équipe multidisciplinare viene redatto un piano di assistenzaindividualizzato (PAI).

Il piano concordato dall’équipe non può essere messo in discussione se non per variazioni dellostato psico–fisico del residente stesso.

Nulla in più può essere richiesto rispetto a quanto concordato in sede di riunione di équipe.

E’ auspicata la partecipazione attiva del Residente e/o del familiare di riferimento sempre nel rispetto delle decisioni assunte dall’équipe multidisciplinare e senza interferire con le diverse professionalità presenti in struttura.

In ogni caso tutti i programmi d’assistenza decisi, in seguito alla richiesta, saranno comunicati alresidente e/o al familiare di riferimento.

Tutto il materiale necessario per l’assistenza è a carico della struttura; particolari indumentinecessari per garantire un miglior comfort dei residenti sono invece a carico degli stessi o dei loro familiari (p.es. pigiamone con apertura facilitata).

2.3 Servizio di logopedia: previa prescrizione medica è garantito il servizio di logopedia da personale qualificato mirante a recuperare la capacità di comunicare e/o a prevenire disturbi dell’alimentazione.

2.4 Servizio infermieristico: il servizio infermieristico è garantito ogni giorno dalle 07.00 alle 20.15 in base agli standard di personale previsti dalla vigente normativa provinciale.

2.5 Servizio di fisioterapia: l’attività di mobilitazione individuale e di gruppo con l’uso corretto e personalizzato dei presidi sanitari viene garantito da personale qualificato che, dietro prescrizione medica, assiste i residenti nei programmi individuali di fisioterapia.

2.6 Servizio medico: il servizio medico è garantito, a scelta del residente, o dal proprio medico di base o dal medico del reparto di geriatria dell’ospedale di Bolzano assegnato alla casa.

 

ART. 5

PRESTAZIONI NON OFFERTE

Le seguenti prestazioni non sono comprese nella tariffa e non possono, quindi, essere richieste:

a. la gestione del patrimonio dei residenti;

b. le prestazioni sanitarie e/o socioassistenziali non rientranti nel Piano di Assistenza

Individualizzato stabilito dall’équipe multidisciplinare;

c. le assistenze private devono essere autorizzate dalla direzione previa comunicazione delle generalità e delle competenze tecniche dell’assistente, nonché una piena assunzione di responsabilità circa le prestazioni date in autonomia che non devono contrastare con la pianificazione assistenziale della casa di riposo; la direzione si riserva la facoltà di sospendere detta autorizzazione per comprovati motivi legati alla sicurezza e alla qualità della vita dei residenti;

d. l’accompagnamento individuale dei residenti all’esterno della casa per emergenze sanitarie, visite specialistiche e per qualsiasi altro motivo;

e. la manutenzione degli apparecchi personali quali radio, tv, hifi, mobilio vario, ecc.;

f. la manutenzione dei presidi sanitari non di proprietà della struttura;

g. il costo dei medicinali e dei presidi sanitari non compresi nel prontuario farmaceutico

h. i ticket per i ricoveri ospedalieri, per le visite mediche specialistiche e per i trasporti.

 

ART. 6

USO DEGLI SPAZI E DEI SERVIZI COMUNI

a. Il Residente ha il diritto di usare le parti ed i servizi comuni della casa, nel rispetto della loro destinazione e del comune utilizzo consentito a tutti i residenti. Il residente deve adoperare la massima cura per evitare danni a persone o a cose restando inteso che sarà tenuto a risarcire i danni arrecati per causa ad esso imputabile.

b. Durante l’orario di apertura della Residenza (art. 7) il residente, compatibilmente con la situazione psico-fisica accertata dal medico, è sempre libero di entrare ed uscire dalla struttura, ricevere visite, invitare parenti ed amici nelle aree comuni nonché nelle stanze singole. In caso di reiterato disturbo da parte dei visitatori la Direzione ha la facoltà di allontanarli.

c. Ai fini di una corretta e puntuale erogazione del servizio il residente è tenuto a comunicare alla direzione o al responsabile di piano i propri spostamenti, anche temporanei, dalla casa di riposo.

 

ART. 7

ORARIO DI VISITA

a. La Casa è aperta alle visite dalle ore 09.30 alle ore 21.00.

b. Durante le visite non si deve arrecare disturbo alle attività in corso.

c. Nel rispetto della vigente normativa sulla privacy è assolutamente vietato, salvo accordi diversi con la direzione della struttura e previo consenso del residente ovvero del suo legale rappresentante, assistere a qualsiasi pratica sanitaria/assistenziale/medica.

d. Le eventuali visite straordinarie o l’assistenza a residenti in gravi condizioni potranno essere concordate con la Responsabile Tecnico–assistenziale.

e. Tutti i cibi e le bevande portate ai residenti devono essere preventivamente autorizzate dal competente responsabile di piano.

 

ART. 8

USO DELLA STANZA

a. La stanza assegnata è la n....sita al ...piano con n. .. posti letto; è dotata di servizi igienici e completa dei seguenti arredi: letto a movimentazione elettrica, armadi, scrivania, sedia e/o poltrona (se c’è: materasso antidecubito, ecc. ecc.)

b. Le richieste scritte presentate dai residenti o dai loro familiari per ottenere un trasferimento all’interno della casa, devono essere relative esclusivamente a posti disponibili.

c. La Direzione non assume responsabilità per i valori ed i beni personali conservati nelle stanze dei residenti.

d. Il residente ha diritto di utilizzare la stanza assegnata tenendo conto dei propri bisogni pur nel rispetto delle esigenze del/la compagno/a di stanza.

e. Le stanze, previa autorizzazione della direzione della casa, possono essere arredate dai residenti con propri mobili ed oggetti personali. Tutti i beni devono però essere rimossi entro 5 giorni dal termine della permanenza. Diversamente la casa provvederà alla rimozione con spesa a carico del residente e dei suoi familiari.

f. La struttura non assume alcun tipo di responsabilità e non provvede ad alcuna copertura assicurativa in ordine al furto o al danneggiamento di arredi e beni di proprietà del residente.

g. Il residente è tenuto a risarcire tutti i danni cagionati agli arredi di proprietà della Residenza salvo la prova del caso fortuito o della forza maggiore.

 

ART. 9

USO DI APPARECCHI ELETTRONICI

a. Nelle stanze è consentito l’uso di apparecchi radio e televisivi per i quali è presente l’attacco per l’antenna centralizzata. Tali apparecchi o eventuali altri elettrodomestici che il residente intende utilizzare dovranno essere marchiati CE e preventivamente sottoposti in visione alla Direzione.

b. Nulla è dovuto dal residente e dai suoi familiari per il canone RAI in quanto a carico della struttura.

c. Il residente si impegna ad un uso degli apparecchi radio e televisivi che sia rispettoso delle esigenze e dei bisogni dei vicini e/o del compagno/a di stanza. E’ facoltà della direzione, nell’interesse di tutti i residenti, richiedere in qualsiasi momento l’uso di auricolari (es. cuffie) o di analoghi apparecchi.

d. Le stanze sono dotate di un telefono abilitato ad effettuare le chiamate all’esterno. I relativi costi, calcolati in base agli effettivi tempi di comunicazione, saranno addebitati nella fattura mensile.

 

ART. 10

DIVIETO DI FUMO

a. È vietato fumare nella stanza e negli spazi comuni interni.

b. Gli eventuali spazi destinati al fumo sono le parti comuni esterne della struttura.

 

ART. 11

CONSIGLIO DELLA CASA

a. In base al vigente regolamento per la gestione dei servizi residenziali per l’assistenza agli anziani, il Consiglio della casa è l’organo di rappresentanza e partecipazione attiva al miglioramento continuo della qualità del servizio.

b. Il Consiglio è formato da 2 rappresentanti dei residenti, 2 rappresentanti dei familiari, da un rappresentante del Consiglio di Amministrazione con la funzione di presidente, dal responsabile tecnico assistenziale e dal direttore della struttura svolgente le funzioni di segretario.

c. Tutti i membri del Consiglio sono a disposizione di quanti vogliano dare il loro contributo per il miglioramento del servizio o che vogliono inoltrare reclami.

 

ART. 12

RINVIO

a. Per tutto quanto non espressamente previsto e disciplinato nel presente contratto si rinvia alla “Carta dei Servizi della Residenza per Anziani”.

 

ART. 13

RECLAMI

a. I residenti o i loro familiari possono presentare reclamo informale o formale ai responsabili delle unità organizzative o direttamente alla direzione in caso di violazione del presente contratto da parte della casa.

 

Il Residente/ Il Direttore della struttura

______________________________ ___________________________

Bolzano, lì

Resta aggiornato sulle iniziative della fondazione

Acconsento al trattamento dei dati personali da me inseriti (nome e indirizzo e-mail) ai fini dell’ iscrizione e dell’invio della newsletter. Solo se l’utente avrà spuntato la casella sarà possibile inviare il materiale informativo e/o pubblicitario.
Privacy e Termini di Utilizzo

Gentile Visitatore,
il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione e cliccando con il mouse in qualsiasi punto dello schermo esterno al presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina gestione dei cookies.

E’ possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l’utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa.